Cassa integrazione: dall’inizio della crisi 5 miliardi di ore

cassa integrazioneSecondo quanto afferma l’Osservatorio Cig della Cgil, dal settembre 2008 all’agosto 2013 sarebbero state poco meno di 5 miliardi le ore richieste e autorizzate di cassa integrazione, con punte di circa un miliardo di ore nel 2010 e nel 2012.

Fin qui, il lato negativo dell’intera vicenda. Il lato “positivo” (il virgolettato è quanto mai d’obbligo) è che ad agosto 2013 si è registrata una inversione di tendenza rispetto al periodo immediatamente precedente, con poco più di 75 milioni di ore di cassa integrazione autorizzate, e con un calo del 6,56 per cento rispetto al mese di luglio. Rispetto ai primi otto mesi dello scorso anno la diminuzione è invece molto più contenuta (- 0,36% a 704 milioni di euro), con il mese di agosto che può, ulteriormente contare su un vero e proprio crollo della cassa integrazione ordinaria (- 66,87%, ma in crescita tra gennaio ed agosto del 7,36% su base annua).

L’inversione di tendenza appena ricordata non sembra tuttavia convincere il segretario confederale della Cgil, Elena Lattuada, secondo cui il sistema è piegato dagli effetti della crisi, e come non vi sia pertanto alcuna ragione di parlare di inversione di tendenza, o di “luce in fondo al tunnel”, se prima non si pongono in campo delle azioni decise e di ricostruzione che pongano al centro il tema del lavoro.

Infine, per quanto concerne la richiesta di ore di cassa integrazione straordinaria, ad agosto il dato porta una diminuzione su base mensile dell’8,58 per cento a 29 milioni di ore, mentre da inizio anno l’incremento è stato dell’11,8 per cento. Decisa crescita per la richiesta di cassa integrazione in deroga, con agosto che segna – sul mese precedente – un aumento del 60,32 per cento a 38 milioni di euro (ma su base annua, nei primi otto mesi del 2013 vi è stata una riduzione del 20,26 per cento).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *